seleziona lingua
Spiaggia Marina Romea paddle surf ravenna Pialassa Baiona Ravenna Spot surf Ravenna ristorante-giume-mareggiata-adriatico barca_casalborsetti pialassa_baiona Ombrelloni del Sole Luna Lido Spiaggia a nord di Casal borsetti

Visitare il Parco del Delta del Po

Visite guidate in barca nelle Valli di Comacchio e nel Parco Delta del Po

Alla scoperta dei casoni delle Valli di Comacchio – In barca in valle Fattibello
Periodi escursioni: tutti i giorni da marzo ad ottobre
Prenotazioni Tel. 340 2534267
eMail: info@vallidicomacchio.info
Sito web: www.vallidicomacchio.info

Navigazione sul Po della Gnocca, Sacca degli Scardovari, faro di Goro, Isola dell’ Amore
Valli di Ostellato
Motonave Delfinus
Prenotazioni Tel.. 333 2725536
eMail: info@motonavedelfinus.com
Web: www.motonavedelfinus.com

Visite in pulmino elettrico Tarabusino
Tour azzurro: Dal mare alle Valli di Comacchio
Si raggiungono le Valli Meridionali di Comacchio dove tutto l’anno è possibile osservare i Fenicotteri e numerose altre specie di uccelli.
L’itinerario è arricchito dalla visita al Museo NatuRa.
Info: Tel. 0544 528710 – 529260
eMail: pal-santalberto@atlantide.net
Sito web: www.natura.it

Il Parco del Delta del Po occupa una larga fetta del territorio dell’Emilia Romagna. (la nostra zona è quella più antica, in quanto dopo vari interventi dell’uomo il nuovo Delta sfocia più a Nord)
Il Delta del PO così come lo conosciamo oggi nasce dai depositi di limo alle foci dei fiumi Po, Adige e Reno, su cui si aggiunge il risultato dell’intervento dell’uomo che qui ha compiuto opere di bonifica, costruzione di canali, sbarramenti e idrovore  per ricavarne risaie e campi coltivati.
Alcuni territori paludosi  sono il regno del birdwatching, come alcuni boschi e pinete di rara bellezza e biodiversità e rientrano nella convenzione di Ramsar, che a livello mondiale tutela le zone umide

I suoi 53.978 ettari sono suddivisi in aree di straorinari esempi naturalistici e di biodiversità, ma contengono anche alcuni storici monumenti quali ad esempio il castello della Mesola, l’Abbazia di Pomposa e quella di Sant’Apollinare in Classe.
Le estensioni vallive salmastre racchiuse nel Parco del Delta del Po sono già state dichiarate “zone umide d’importanza internazionale” e rientrano nelle direttive CEE come “siti di interesse comunitario” e “zone di protezione speciale” per la conservazione degli uccelli. La scarsa profondità e l’acqua salmastra rappresentano l’habitat ideale per molte specie di uccelli acquatici, che qui svernano, si nutrono e nidificano: fenicotteri rosa, avocette, spatole, volpoche, cavalieri d’Italia, gabbiani rosei e corallini sono alcune delle specie avvistabili tra le oltre trecentoventi censite.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi